• smart bench

    SMART BENCH

    panchina intelligente
  • smart bench

    SMART BENCH

    panchina intelligente
  • smart bench

    SMART BENCH

    panchina intelligente
  • smart bench

    SMART BENCH

    panchina intelligente

Venerdì 4 Marzo si è tenuta l'inaugurazione della nuova sede CIAC Ghiglieno Digital di Ivrea. All'evento erano presenti tra le varie autorità, Mario Viano direttore del CIAC, Fabio Vaccarono - Country Director di Google Italia, l'On. Francesca Bonomo, il presidente di Confindustria Canavese Fabrizio Gea e il Sindaco della Città di Ivrea Carlo della Pepa. 20160307030240

 

Dopo una breve presentazione del Direttore Viano dei corsi e degli obbiettivi del Ghiglieno Digital, ha preso la parola il CEO di Google Italia che ha tenuto un intervento in cui sono stati trattati i temi riguardanti l'economia digitale, l'evoluzione dei mercati e le sfide che attendono le aziende italiane nei prossimi anni. Il digitale rappresenta oggi il 25% della crescita economica dei paesi del G20 e il cambiamento è così forte che si può parlare di terza rivoluzione industriale. L'Italia, secondo alcune ricerche, si colloca tra le prime 5 nazioni in termini di utilizzo dell'internet on the go, ovvero nell'utilizzo dei dispositivi mobili per l'accesso a internet, questo significa che per le aziende si aprono nuove prospettive e opportunità grazie a internet sia nel mercato domestico sia in quello globale.  

 

Il digitale, ha ricordato Fabio Vaccarono, non è un settore che riguarda solo le tecnologie informatiche o le telecomunicazioni ma è un ecosistema che riguarda tutti i business di tutti i settori merceologici e anche le nostre città. Per far si che questo ecosistema si sviluppi bisogna che si crei una cultura digitale e che vengano rimossi i vincoli infrastutturali che ancora oggi riducono l'accesso a internet delle persone e delle aziende.

Un ringraziamento particolare va a Mario Viano che ha fortemente voluto che fosse presente alla presentazione anche la nostra Smart Bench.

 

Contenuti:

 

Videointervista a Fabio Vaccarono